Cosa sono gli asset

assetOltre lo spread, uno dei termini più popolari nel mondo dell’alta finanza è sicuramente quello che fa capo agli asset. Ebbene, gli asset non sono altro che gli elementi sui quali è possibile investire, di conseguenza possono chiamare in causa delle materie prime, degli indici, delle azioni, ma anche titoli obbligazionari, valute e così via. Si tratta di un pezzo cardine di tutto quanto ruota attorno il fare trading, poiché gli asset sono i primi elementi coi quali il trader si ritrova ad interagire e anche quelli che determinano la scelta di un dato broker. D’altro canto l’asset è la sostanza vera e propria di ogni azione di investimento!

Ci sono utenti che decidono di focalizzarsi principalmente su una determinata tipologia di asset (come le valute), altri che magari credono sia più opportuno concentrarsi sulle materie prime, e altri ancora che bene o male tendono a valutare un po’ tutti quanti questi beni basandosi sui soli movimenti rilevati nei mercati. Naturalmente scegliere di concentrarsi su un bene X anziché su un bene Y presuppone che dietro via sia una conoscenza tale da giustificare questa discriminazione di uno a favore dell’altro, anzi, spesso e volentieri far leva su alcuni beni e non guardare affatto gli altri è indice di una strategia di fondo (ad esempio chi preferisce sfruttare la volatilità giornaliera dei mercati si concentrerà sulle valute; mentre chi predilige una scarsissima volatilità valuterà con attenzione asset a carattere stagionale come il petrolio e il caffè, o asset che sono comunque sia meno reattivi ai soli sentimenti del mercato).

Ogni trader, in ogni caso, ha la più totale libertà sotto questo punto di vista poiché solo a lui spetta scegliere quanto ampio debba essere il panorama degli oggetti sui quali investire.

Dicevamo però che gli asset influiscono anche nella scelta del broker, e in effetti questo è un capitolo interessante da far emergere. Alcune piattaforme di trading infatti non prendono in considerazione alcuni asset che invece potrebbero rivelarsi interessanti, mentre le realtà più professionali tendono a includere tutto quanto ciò possa in qualche modo risultare utile ai propri utenti. Pertanto se ci siamo fissati che non potremo mai e poi mai rinunciare a fare trading sulle azioni delle maggiori aziende internazionali, faremmo bene a informarci che i broker ai quali stiamo puntando le nostre attenzioni forniscano questa possibilità: ce ne sono di alcuni che sotto il punto di vista degli asset sono piuttosto poveri, quindi attenzione!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *