markets per paginaMarkets.com è un broker molto noto nel trading online. La piattaforma, di proprietà della Safecap Investments Ltd, una sussidiaria di Playtech PLC, è attiva in questo campo ormai da diversi anni a questa parte tanto da essere divenuta un vero punto di riferimento per tutti coloro che fanno attività di trading con i CFD. Parliamo insomma di una realtà conosciuta e autorevole che nel tempo ha acquisito licenze che le permettono di operare in tutta Europa senza alcun tipo di problema: Markets.com è infatti dotato di una regolare licenza Cysec e anche della licenza FCA (inglese). e tanto per non farsi mancare nulla è anche riconosciuto dalla Consob (che come sappiamo è l’ente di controllo dei mercati finanziari per l’Italia). A livello di presentazione quindi non abbiamo nulla di cui temere, perché in quanto ad affidabilità e ad esperienza nel settore, questo servizio ne ha da vendere!

 

Aprire un conto su Markets.com

Come accade praticamente in qualunque altro broker, anche Markets.com dà la possibilità di aprire un conto Reale o un conto Demo.

Puoi iscriverti a Markets cliccando sul banner qui sotto



Conto Demo – Un conto Demo è una tipologia di account che permette di iscriversi alla piattaforma di trading senza utilizzare del denaro vero: gli asset disponibili, il lavoro di analisi e le modalità d’uso non cambiano affatto rispetto alle dinamiche tipiche di un conto Reale, ma a differenza del Reale, in modalità Demo il denaro che viene movimentato è assolutamente fittizio! Si tratta insomma di una gran bella opportunità messa nelle mani di chi, essendo alle prime prese, non se la sente di investire già del denaro proprio: se volete imparare la parte pratica della questione esercitandovi un po’ come se foste dei veri trader, con il conto Demo di Markets.com potrete andare tranquilli!

Conto Reale – Il conto Reale invece si diversifica su tre diversi piani: c’è il Conto Classico che prevede un deposito minimo di 100€, c’è il Conto Standard che prevede un deposito minimo pari a 2.500€ e poi c’è il Conto Premium che come dice la parola stessa è riservato agli utenti più preparati e che infatti impone un deposito minimo di ben 20.000€. A proposito di tipologie di conto e di deposito iniziale, come abbiamo accennato, il deposito minimo di Markets.com si attesta a 100€. Questo elemento non deve essere sottovalutato, visto e considerato che moltissimi broker sono soliti imporre delle cifre che, seppur minime, sono decisamente più alte rispetto ai 100€ richiesti in questo caso. Ad esempio, la media del settore è di un deposito minimo pari a 250€!

Anche per questo possiamo affermare in tutta tranquillità che questo broker si adatta molto bene alle necessità dei neofiti, perché una soglia di deposito minimo tanto bassa unita all’esistenza di un conto Demo sono entrambi degli elementi che mirano a soddisfare un solo scopo: fare di questa, una piattaforma quanto più aperta non solo ai professionisti, ma anche ai curiosi, alle persone insomma che vogliono provare a cimentarsi in questo campo.

Metodi di pagamento per depositi e prelievi

Deposito – Dal momento in cui si ha bisogno di depositare denaro si devono conoscere i metodi di pagamento supportati dal broker. Ebbene, Markets.com supporta carte di credito e di debito basate sui circuiti Visa, Mastercard, Maestro e Delta, ma è naturalmente possibile avvalersi anche di un normalissimo bonifico bancario qualora non si dovesse essere in possesso delle carte di credito/debito (o più semplicemente non si volesse farne uso).

Supportati anche i cosiddetti e-wallet, vale a dire i metodi di pagamento elettronici come Skrill e Neteller. Tra i metodi aggiuntivi troviamo poi Sofort (per Germania e Austria), GiroPay (per la sola Germania), iDeal (per l’Olanda), Przelewy24 (per la Polonia), MB Multibanco (per il Portogallo) e U Net (per l’Estonia).

Prelievo – Per prelevare, invece, tenete conto del fatto che prima di poterlo fare bisogna tenere conto di qualche requisito: in primis è necessario che il conto risulti opportunamente verificato, in secondo luogo occorre considerare che il metodo di pagamento utilizzato per il prelievo può essere solo ed esclusivamente lo stesso impiegato in fase di deposito, e in terzo e ultimo luogo, può tornare utile sapere che le transazioni con carta di credito hanno la priorità su quelle fatte con altri metodi di pagamento. Altro punto importante che è necessario sapere, è che l’importo minimo di ogni prelievo varia in base al metodo di pagamento: con carta di credito/debito, per esempio, si possono prelevare anche solo 5€, con bonifico 100€, con Skrill e Neteller 5€ e con bonifico bancario veloce minimo 100€.

Fare trading con Markets.com

Cerchiamo però di scoprire un po’ più nel dettaglio che cos’è che offre questa piattaforma! Con questo broker possiamo fare trading su titoli azionari, indici azionari, coppie di valute, materie prime, ETF, CFD e su diversi altri strumenti. In particolare, il trader ha la possibilità di fare transazioni con 18 indici provenienti da tutto il mondo e su un ventaglio di ben 12 titoli, e di negoziare in qualunque situazione possibile (pensate che i clienti che oggi sono titolari di un account reale provengono da più di 100 Paesi diversi, a riprova di come l’internazionalizzazione di Markets.com abbia preso piede negli anni anche grazie alle numerose possibilità di investimento offerte al suo interno!).

Essendo piuttosto rifornito in questo senso, meglio dedicare all’aspetto delle piattaforme un discorso a parte. Già, perché Markets.com mette a disposizione dei suoi iscritti diverse piattaforme di trading che si distinguono l’una dall’altra per via di precisi elementi.

Piattaforma Metatrader 4 – La piattaforma Metatrader 4 è senza ombra di dubbio una delle più note nel trading online, perché si basa su un software web user friendly e su un’interfaccia all’avanguardia, ottima per accedere ai mercati di tutto il mondo da qualsiasi computer e ottima altresì per poter fare un buon lavoro di analisi data la presenza di tutta una serie di funzioni mirate.

Più nello specifico, Metatrader 4 si è guadagnata nel tempo il titolo di “piattaforma unica nel suo genere” perché in effetti spicca per velocità ed efficienza, e poi perché crea di fatto un ambiente sicuro e protetto che permette a ciascun trader di “sentirsi come a casa”.   Sono tre i punti di forza principali attraverso cui è possibile descrivere le potenzialità di Metatrader 4: ampia scelta tra indicatori e strumenti di analisi tecnica; possibilità di installare e creare Expert Advisors su misura; gestione del database e funzioni di import/export.

Piattaforma Market Trade – Questa piattaforma, sicuramente meno nota di Metatrader 4, è compatibile con i sistemi operativi Windows, ma è comunque molto facile da gestire perché dotata di un’interfaccia personalizzabile con la funzione drag and drop (cioè quella modalità che permette di tenere cliccato su un elemento per trascinarlo e riposizionarlo altrove). Tra le caratteristiche fondamentali di Market Trade abbiamo appunto questa interfaccia con funzione drag and drop che non è poi così comune nel settore, ma anche una navigazione pratica e intuitiva che permette di spaziare tra i vari asset senza ostacoli di sorta; ed è interessante poi anche la possibilità di analizzare grafici finanziari piuttosto dettagliati.

A tutto ciò si aggiunge il trading cubes, cioè la possibilità per i trader di visualizzare più strumenti e di conseguenza di determinare i loro prezzi, così come anche della possibilità di accedere ai movimenti dei prezzi per fare in modo di avere sotto controllo una visuale più semplice e intuitiva. Per non parlare poi del fatto che integrato v’è anche un aggregatore di notizie finanziarie rigorosamente aggiornato in tempo reale, e chi fa trading sa molto bene quanto le notizie economico-finanziarie possano rivelarsi determinanti per un buon affare!

Piattaforma Market Java Trader – Questa terza piattaforma è basata su un funzionamento esclusivamente online e consente di negoziare con qualsiasi tipo di browser senza che sorgano particolari problemi a livello di compatibilità. Inoltre la piattaforma Market Java Trader, oltre a fare propria la compatibilità con i maggiori browser, offre praticamente le stesse potenzialità fatte proprie da Metatrader 4.  Piattaforma mobile – Come dice il nome stesso, questa piattaforma è sicuramente molto diversa dalle altre perché pensata e sviluppata per poter funzionare appositamente da dispositivi mobili, siano essi smartphone o tablet. La piattaforma mobile di Markets.com, quindi, non è altro che una semplice app compatibile per altro con iPhone (Market iTrader), Android (Market Mobile Trader) e Wap (Market WAP Trader).

Formazione e strumenti per il trading

Formazione – Come ogni altro autorevole broker che si rispetti, anche Markets.com mette a disposizione dei suoi utenti un Centro di Formazione spalmato su più fronti. Ci sono webinar, c’è un’area appositamente dedicata alle cosiddette “Basi del trading”, c’è un’area dedicata all’analisi fondamentale, una dedicata all’analisi tecnica e poi ci sono sezioni dedicate alla formazione sui CFD e sul forex. Attenzione però perché la formazione diventa davvero completa solo quando attiverete il vostro conto con un deposito minimo di 100€, altrimenti dovete accettare l’idea di fare formazione con un pacchetto gratuito che è poi quello a cui potreste accedere anche da semplici navigatori.

Puoi iscriverti a Markets cliccando sul banner qui sotto



Strumenti per il trading – La formazione però è fine a se stessa se il trader non ha a propria disposizione anche gli strumenti per il trading, visto e considerato che sono questi gli elementi che fanno la differenza quando si passa al lato pratico della questione. Su questo fronte, quindi, Markets.com fornisce un calendario economico contenente le date di annunci ed eventi di una certa importanza che possono influenzare parecchio l’andamento dei mercati e che quindi possono offrire delle importanti occasioni di investimento. Interessante anche la richiesta di margine la quale fa sì che il broker vi avverta a fronte del raggiungimento di certe soglie da parte del vostro livello di margine.

Presente poi la funzione Trend dei trader che come dice il broker stesso “presenta trend di acquisto e vendita dei trader di Markets.com ed è aggiornata a distanza di pochi minuti”; il valore del sentiment in questo caso viene espresso in termini percentuali e calcolato sulla base dei dati reali delle posizioni aperte e delle posizioni chiuse di recente, e approssimata al valore percentuale intero più prossimo. Infine troviamo la funzione Tendenze attuali che può tornare utile per comprendere quali sono gli strumenti di maggior tendenza in ciascuna delle categorie presenti.