Analisi EUR/AUD

Oggi procederemo l’ analisi di questo cross valutario, che il nostro algoritmo di tendenze rileva rialzista fino al ciclo annuale hours mentre il biennale e il ciclo economico ancora rispettivamente laterale e ribassista.

Tutto ciò è normale in quanto, quando avviene un’ inverione di tendenza i primi cicli a girare sono i cicli brevi. Proseguiamo con l’ analisi.

eur-aud1

Nell’ immagine possiamo vedere come il DNA del ciclo economico è chiaramente prossimo ad un minimo di tale ciclo che dovrebbe verificarsi intorno alla fine di maggio, ma come sappiamo non è una condizione sufficiente per prendere posizione. Cerchiamo altre conferme…..

analisi eur-aud 2

L’ indicatore di ciclo biennale è prossimo anch’ esso ad una partenza, in quanto la sua velocità è in procinto di rompere l’ asse dello zero al rialzo sancendo anche la partenza del ciclo economico.

analisi eur-aud 3

Avendo profilato una situazione di questo tipo, ovvero che un ciclo economico e di conseguenza anche i suoi sottocicli stanno svoltando, resta solo da capire quando effettuare l’ ingresso long. R&C insegna ormai da molto tempo che per entrare su un determinato ciclo è necessario farlo dal momento in cui la media mobile di 4 ordini inferiore rompe la media mobile del ciclo interessato.

Però essendo quel timing un po’ tardivo, un buon metodo per ovviare a questo problema è entrare alla rottura del sottociclo, come viene mostrato nell’ immagine.

Nella foto abbiamo settato le MM cicliche del biennale che sono il nostro strumento d’ ingresso ed uscita di quel ciclo, ma in realtà sono le medie mobili del sottociclo quindi annuale hours e del ciclo t+1, proprio perchè vogliamo ottimizzare il nostro ingresso.

analisi eur- aud 4

Si ringrazia il sito http://www.ratingconsulting.eu/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *