Investire ai tempi del coronavirus / 2: l’importanza del risparmio per le emergenze

Qualche giorno fa abbiamo introdotto una serie di linee guida strategiche con le quali vogliamo accompagnare i nostri lettori nella corretta interpretazioni delle decisioni di investimento ai tempi del coronavirus.

Nel primo appuntamento con questi speciali (che puoi trovare qui) abbiamo cercato di capire se in questo contesto sia meglio negoziare o attendere. Oggi, vogliamo invece cercare di capire quale sia l’importanza di risparmiare.

Ebbene, riteniamo che, di gran lunga, la massima priorità finanziaria in questo contesto dovrebbe essere quella di iniziare a risparmiare, mettendo da parte i soldi in un fondo per le “emergenze”. Questo strumento – qualora non sia ancora presente nel proprio budget – diventa infatti doppiamente importante in questo contesto, considerato che la crisi economica che dipenderà da tale pandemia sarà piuttosto lunga, e non sappiamo esattamente che cosa potrà accadere nel prossimo futuro.

Pensa, insomma, agli eventi più infausti che, evidentemente, speriamo che tu non debba mai attraversare: pensa alla perdita del lavoro, alla riduzione delle ore di lavoro a causa delle difficoltà economiche, e così via. Per fronteggiare tutti questi scenari, è bene cercare di salvare del denaro in un fondo che contenga almeno 3 – 6 mesi del proprio tenore di vita.

Insomma, la cosa più importante che le persone possono fare ora è assicurarsi di avere un fondo di emergenza che abbia almeno l’importo di cui sopra. In questo modo, qualora il proprio tenore di vita potrà essere influenzato dalla crisi economica post pandemia, si avrà comunque un salvagente al quale aggrapparsi. Se non hai da 3 a 6 mesi di spese risparmiate e accantonate, allora è il momento di fare qualche sacrificio per aumentare il tuo fondo di emergenza il prima possibile.

Per calcolare a quanto ammonti questo importo, ti suggeriamo di fare una lista di tutte le spese non essenziali, inclusi gli abbonamenti alla pay tv e le iscrizioni in palestra. Classifica tutte le spese in ordine di importanza, poi taglia le voci in fondo alla tua lista per qualche settimana o mese.

Per quanto concerne le scelte di investimento, è evidente che tu debba riporre i tuoi risparmi in un fondo a zero rischi. Bene dunque anche l’ipotesi di un conto deposito senza penali o, eventualmente, un fondo comune di investimento che investa in soli strumenti di liquidità.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*