Sette regole da seguire per migliorare il proprio money management

La prima regola per guadagnare consiste nel non perdere denaro. Chi è in grado di non gettare al vento il capitale destinato al trading, allora è sicuramente in grado di rimanere a lungo per guadagnare. La maggior parte di chi si approccia a strumenti altamente speculativi come il trading online con i CFD, viene facilmente spazzato via dalla frenesia di ottenere ingenti ed immediati profitti.

Prima di raggiungere risultati soddisfacenti, l’obiettivo che un nuovo trader dovrebbe porsi consiste nel riuscire a sopravvivere. Proteggere il capitale di partenza è la prima fase di un percorso più o meno lungo che può condurre nel medio lungo-termine a soddisfazioni economiche.

Per fare questo, basta seguire un corretto money management, ovvero gestire in maniera efficiente il proprio capitale in modo tale da minimizzare i rischi.

Sette consigli per un corretto money management

Vediamo adesso le 7 regole d’oro da tenere sempre a mente per gestire in maniera ottimale il rischio di perdere il capitale di partenza, nel trading con i CFD:

1. Money management Il money management è sinonimo di  gestione del rischio, quindi limitare il rischio di perdere il capitale in poco tempo. Non rischiare mai più del 2-4% del capitale posseduto in una singola operazione.

2. Efficienza del capitale di partenza – E’ essenziale partire con un capitale di partenza adeguato al piano di trading che s’intende adottare. Se ad esempio si pensa d’impiegare 50€ per ogni operazione, è normale che il capitale minimo per iniziare non può essere di 100€ o 200€. Se il money management è del 2%, il capitale minimo per iniziare dovrebbe essere almeno di 3000€.

3. Partire con un livello di capitalizzazione sufficiente – Essere capitalizzati significa non avere un capitale limitato per i rischi che si devono correre. Ad esempio, anche se il capitale di partenza è sufficiente per lavorare nel rispetto del money management, cercate di iniziare con un capitale maggiore. Supponete di voler adottare un money management del 2% con investimenti da 50€, il capitale di partenza minimo dovrebbe essere pari a 20×50€ = 1000€. Questo è il capitale sufficiente per rispettare il money management prefissato, ma non è certamente il capitale adeguato. Sul conto si dovrebbe possedere una somma superiore al capitale che concretamente si andrà ad utilizzare.

4. Non rischiare più del 15-30% del capitale in più posizioni contemporaneamente. Una giornata negativa potrebbe lasciarvi oltre che con l’amaro in bocca, anche con una situazione difficile, non solo di gestione del capitale rimanente, ma anche dal punto di vista psicologico. E’ risaputo infatti che perdite successive a quelle iniziali procurano un minor contraccolpo mentale. In breve, le prime perdite procurano un forte stress, le altre si accettano con maggior facilità, questa situazione psicologica potrebbe spingere il trader ad aprire altre posizioni con un minor grado di attenzione.

5. Prima di aprire una posizione, studiare bene il mercato e l’asset selezionato. I trades non s’ improvvisano da un momento all’altro, ma bisogna sfruttare le occasioni che si presentano.

6. Non cambiare in corsa. E’ importante non adottare strategie improvvisate in corsa, senza quindi un’attenta analisi prima, o uno studio e test precedenti. Si rischia solamente di perdere altre posizioni.

7. Valutare periodicamente i risultati ottenuti. E’ importante valutare costantemente i risultati ottenuti nel tempo. Se dopo 100 posizioni il ROI (il ritorno sugli investimenti ) risulta negativo, allora è il caso di prendere degli accorgimenti e di pensare di fare delle pause dal trading.

Broker Forex con deposito minimo basso

Se siete dei principianti e vi siete avvicinati da poco al mondo del trading online e delle criptovalute sarà davvero molto importante scegliere un broker che richieda un deposito minimo basso per poter iniziare ad iniziare ad operare. Nel nostro portale potrete trovare una sezione che raccoglie tutti i migliori broker CFD autorizzati e legali e alcuni di questi, come Capital e XM, hanno un deposito minimo davvero molto contenuto.

Capital (CLICCA QUI PER APRIRE UN CONTO ORA) è un broker dall’alta solidità ed affidabilità, ha una piattaforma semplice ed intuitiva adatta quindi anche ad un trader novizio e il deposito minimo richiesto per aprire un conto è di soli 20€, cifra davvero molto bassa. Sono 2400 i mercati su cui è possibile fare trading con questo broker e tra questi vi sono le valute, gli indici, le materie prime, le azioni e le criptovalute.

Anche XM (CLICCA QUI PER APRIRE UN CONTO ORA) è un broker tra i più seri in circolazione e il deposito minimo richiesto da questo broker è tra i più bassi nel settore: si tratta di soli 5€. La piattaforma è molto ben organizzata ed è semplice da utilizzare anche per chi non ha conoscenze approfondite di trading. E’ possibile inoltre testare le nostre strategie in un conto demo che permette di esercitarci senza spendere i nostri soldi.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*